23. aprile 2018

MAP 12+52 di EuroChem, perfetto per la soia

Azoto per un effetto starter e fosforo totalmente assimilabile per la produzione di rizobi

Erroneamente, si è soliti pensare che la pianta di soia sia assolutamente autosufficiente in termini nutrizionali, grazie alle attività simbiotiche che è in grado di mettere in atto.

In realtà, se da un lato è corretto affermare che le richieste di azoto non sono eccessive, dall’altro è assodato di come la coltura si avvantaggi, in particolar modo nelle prime fasi del ciclo fenologico, di una buona dotazione di fosforo assimilabile. Il fosforo inducendo una maggiore attività radicale infatti, incrementa di conseguenza anche la produzione di rizobi che in seguito fisseranno più azoto.
Più radici vuol dire maggior attività rizobica e quindi più azoto assimilate dalle piante.

Effetto starter per le colture

Per massimizzare la redditività economica della coltura, è quindi necessario adottare tutte le tecniche agronomiche volte ad aumentarne la produttività, come ad esempio l’impiego in presemina di un fertilizzante NP ad elevato titolo in fosforo ma a basso contenuto in azoto per non rischiare di inibire i processi simbiotici.

MAP 12+52 di EuroChem è il prodotto ideale per la concimazione di presemina o post emergenza precoce della soia, perché apporta un’importante quota di Fosforo prontamente disponibile che determina il rapido sviluppo di un apparato radicale ampio e perfettamente funzionale, insieme ad una piccola quota di Azoto ammoniacale, che supporta lo sviluppo della pianta nelle prime fasi del ciclo vegetativo, quando ancora non è in grado di fissare autonomamente l’azoto atmosferico.

MAP 12+52, oltre a fornire un titolo estremamente bilanciato per questo tipo di coltura, garantisce un elevato livello qualitativo degli elementi nutrizionali presenti: la purezza delle materie prime e il processo di lavorazione assicurano un prodotto finito di qualità ineccepibile.

La forma chimica del fosforo presente, è inoltre estremamente solubile. La soia sarà pertanto in grado di assimilare ed utilizzare questo fondamentale elemento nutritivo nel miglior modo possibile e sarà pronta ad affrontare l’intero ciclo vegetativo con la massima efficienza.

indietro