Linea Entec® I concimi con inibitore della nitrificazione DMPP per la massima efficienza della concimazione azotata

Per ottenere produzioni elevate e di qualità l’azoto è un fattore cruciale: la nutrizione azotata deve corrispondere alle effettive necessità delle piante in tutte le fasi del ciclo colturale.

I concimi Entec® sono dotati della più avanzata ed affermata tecnologia per migliorare l’efficienza dell’azoto e ridurre le perdite per dilavamento e gassificazione nel rispetto dell’ambiente.

Prodotti NP2O5K2OMgOSO3BZnFe
Entec® perfect 147172220,020,01-
Entec® 26 26---32---
Entec® 46 46-------
Entec® 25+15 2515------
Entec® 13+10+20 131020-7,5---
Entec® 20+10+10 201010-7,5---
Entec® Solub 21 21---60---
tenori di nutrienti in %

Caratteristiche ed effetti

I prodotti della linea Entec® sono concimi granulari ad elevato contenuto di azoto ammoniacale stabilizzato dall’inibitore della nitrificazione 3,4 DMPP (3,4 Dimetilpirazolofosfato), brevetto BASF, frutto di 25 anni di ricerca.

 

Con l’eccezione dei prodotti con azoto ureico, le formulazioni Entec® contengono sempre una parte dell’azoto in forma nitrica, a pronto effetto. La coltura può quindi assorbire simultaneamente entrambe le forme di azoto, nitrica ed ammoniacale, per un periodo prolungato, con effetti positivi che aumentano il rendimento dell’azoto applicato alle colture. Nel suolo, l’azoto applicato con i concimi tradizionali si trasforma in breve tempo in azoto nitrico ad opera dei batteri a seguito del processo di nitrificazione.

 

L’azoto nitrico è assorbibile dalle piante ma anche facilmente soggetto a dilavamento. L’inibitore della nitrificazione 3,4 DMPP rallenta la nitrificazione e stabilizza l’azoto in forma ammoniacale. L’azoto si rende gradualmente disponibile per un periodo di 8-12 settimane in modo corrispondente alle capacità di assorbimento delle radici e con i fabbisogni delle colture.

 

In tal modo, si riducono le perdite e l’azoto viene mantenuto nelle vicinanze dell’apparato radicale. Concimando con Entec®, si limita l’inquinamento da nitrati, nel rispetto delle normative di tutela delle acque. Si limita anche la formazione dei composti azotati gassosi intermedi (N2O, NOx), che hanno un potente effetto serra. Molte piante coltivate assorbono l’azoto anche in forma ammoniacale. La nutrizione ammoniacale induce l’acidificazione della zona intorno ai peli radicali, con il vantaggio di mobilizzare il fosforo e molti microelementi. Inoltre, assorbendo azoto già ridotto, la pianta risparmia energia metabolica utilizzandola per migliorare i processi di sviluppo.

Applicazioni

La maggiore efficienza dell’azoto distribuito permette di applicare dosi non superiori ai reali fabbisogni e favorire una nutrizione più equilibrata delle colture, ottenendo produzioni elevate e di qualità, migliorando il ritorno economico delle concimazioni.

I concimi Entec® hanno una modalità di funzionamento che li distingue da tutti gli altri fertilizzanti e che rende possibile un calendario degli interventi di concimazione azotata più flessibile. Si ha la possibilità di ridurre i passaggi applicando dosi meno frazionate e questo è un grande beneficio economico apprezzato da molti agricoltori e contoterzisti. L’azoto stabilizzato degli Entec® permette di assicurare alla coltura un apporto ottimale di azoto in tutte le condizioni meteorologiche adattandosi più liberamente ai fabbisogni della coltura in corrispondenza delle fasi critiche del ciclo colturale

La tecnologia Entec® offre l’opportunità di ottenere questi vantaggi su tutte le colture estensive, cerealicole o industriali come grano, mais, colza, girasole, patata e pomodoro da industria ma si adatta perfettamente anche a colture orticole, vigneti e frutteti, in tutte le condizioni agronomiche. La gamma delle formulazioni è in grado di soddisfare le esigenze di aziende di tutti i tipi ed è facilmente integrata nei sistemi di fertilizzazione comunemente impiegati.

Vantaggi

  • Aumento dell’efficienza dell’azoto distribuito che permette l’applicazione di dosaggi corrispondenti alle reali necessità delle colture
  • Nutrizione azotata equilibrata, graduale e durevole nelle diverse fasi del ciclo colturale
  • Miglioramento dell’assorbimento di fosforo e microelementi grazie alla nutrizione ammoniacale e al potere acidificante
  • Significativa riduzione delle perdite di azoto per dilavamento e gassificazione
  • Maggiore flessibilità degli interventi rispetto all’andamento stagionale con possibilità di anticipare l’applicazione e ridurre il numero dei passaggi
  • Granuli resistenti a rotture e abrasioni, per minimizzare il rischio di formazione di polveri e garantire uno stoccaggio ottimale
  • Miglioramento delle rese e della qualità delle produzioni
  • Formulazioni affidabili e ben calibrate sulle esigenze delle colture per tutte le applicazioni, di fondo, localizzate alla semina e in copertura

Entec®, alta tecnologia per tecniche colturali innovative.